“L’Appuntamento | Director’s Cut 2012” del Regista Daniele Sartori | Finalista a “I CORTI SUL LETTINO – Cinema e Psicanalisi” # Presidente di Giuria ETTORE SCOLA

“L’Appuntamento | Director’s Cut 2012” , il cortometraggio pluripremiato di Daniele Sartori, è tra i cinque finalisti di “Cinema e Psicanalisi | 4.Festival del Cortometraggio” organizzato nell’ambito della prestigiosa rassegna partenopea “XIII accordi@DISACCORDI | Festival del cinema all’aperto di Napoli”.

La proiezione del film, che verrà proposto nella versione Director’s Cut 2012, e le premiazioni della giuria presieduta da Ettore Scola avverranno presso l’Arena Cinematografica di Napoli, nella suggestiva cornice del Parco del Poggio, martedì 4 settembre 2012 dalle ore 21.00 in poi.

con

“Francesco” Leonardo Santini

“Dott. Corsi” Tommaso Minniti

“Segretaria Dott. Corsi” Eleonora Bolla

Soggetto | Sceneggiatura | Regia Daniele Sartori

Direttore della Fotografia Flavio Zattera

Montaggio Marco Zanelli

Supervisione Artistica Ivan Stefanutti

Musica Marina Penzo

Distribuzione RIFF

Sinossi

Francesco (Leonardo Santini), reso fragile dalla scoperta del tradimento della fidanzata, è ossessionato dalla curiosità di incontrare il suo rivale. Entrambi credono d’essere sconosciuti l’uno all’altro, ma si sbagliano. Il ragazzo, arriverà alla resa dei conti col suo avversario confessando ciò che lo tormenta a qualcuno che si rivelerà essere non solo uno psicologo (Tommaso Minniti).

Official Selection  242 Movie TV Contest On Line

Official Selection Omovies 2012

Official Selection  Fuori Concorso Festival O’Curt 2011

Official Selection 8. Venice Film Meeting

Official Selection CineVillage – Padova

Official Selection “Fiaticorti 2011″

Official Selection “Borgo in Corto 2011 – BIC 2011″

Official Selection Casa del Cinema di Venezia 2011

Official Selection “Short Stories” – Cooming Soon Television 

Official Selection FFF – Foggia Film Festival 2012

Official Selection AIFF 2012

Official Selection Cinema e Psicanalisi “I corti sul lettino” 2012

Premi

Festival Omovies 2010 Napoli

come

Miglior corto 2010

“per la straordinaria facilità con cui tutti gli elementi tecnici contribuiscono allo sviluppo di una storia complessa e dalle sottili implicazioni psicologiche raccontata con grande naturalezza e sensibilità, riuscendo a coinvolgere lo spettatore, colpendolo con la stessa dirompenza che travolge il protagonista, con un sentimento di odio che sfocia nell’attrazione fisica.”

Miglior attore

“per la squisita spontaneità con la quale Leonardo Santini interpreta un ruolo complesso che richiede un continuo cambiamento di stato d’animo sostenuto da una non comune capacità di controllo.”

Miglior sceneggiatura

“per come ogni singola inquadratura e ogni dialogo contribuiscono al disvelamento di una storia costruita come un giallo dell’anima e raccontata con grande credibilità e verosimiglianza.”

Miglior fotografia

“per la qualità caravaggesca della fotografia [di Flavio Zattera], che contribuisce fattivamente allo sviluppo narrativo della storia.”

Premio Mediateca S.Sofia

“Il corto rappresenta una voce originale ed interessante nella rosa dei cortometraggi in concorso. Il regista ha diretto con padronanza i bravissimi attori, e ci ha presentato una storia che, muovendosi in un ambito noir ricco di suspense, ha offerto una possibilità di riflessione allo spettatore. Infatti, realizza una messinscena che, pur lontana dalla pratica effetiva della psicoanalisi, ci svela come il vero oggetto del desiderio del protagonista non è quello che lui consapevolmente crede, ma quello che emerge dal suo inconscio. Questo film è apprezzabile anche perché, illustrando il problema del riconoscimento effettivo del proprioo desiderio, si inscrive appieno nel questioning, ambito cui il festival Omovies ha da sempre riservato un notevole spazio e che, allargandone i confini, lo ha distinto dagli altri festival di cinema gay.”

Premio Festival dei Diritti Umani di Napoli

“per la capacità di mostrare e raccontare, in maniera diretta e realistica, le difficoltà legate all’espressione dei sentimenti e delle sensazioni nel loro conflitto costante con la ragione e l’intelletto, attraverso uno sguardo tecnicamente sapiente, accorto ed ineccepibile, nonché artisticamente lodevole.”

 

 
Annunci