2017: LOST IN VAUXHALL

Si sta per concludere un altro anno di idee e produzioni indipendenti del Collettivo Lost in Vauxhall. Il documentario “Principe Maurice #Tribute” è stato proiettato in numerosi cinema e Festival tra i quali Firenze, Torino, Venezia, Rimini, Riccione, Bologna, Roma, Milano, Lecce e a breve verrà distribuito su supporto DVD/Blu-Ray. Daniele Sartori è intervenuto come giurato al Florence Queer Festival, come docente ai workshop organizzati dal Salento Rainbow Film Fest, ha curato l’immagine della decima edizione del Queer Lion Award, premio collaterale della Mostra del Cinema di Venezia e il suo “Priscilla in Mykonos”, videoritratto all’artista Mariano Gallo, inaugurerà e chiuderà la rassegna “Napoli Divine”, prevista il prossimo 20 e 21 dicembre a Napoli. Arriva l’anno nuovo, Lost in Vauxhall e tutti noi del Collettivo artistico vi facciamo i nostri più sentiti auguri. Buon 2017.

POSTER PRISCILLAIl documentario “Priscilla in Mykonos” sarà proiettato al NapoliDivine Queer il 20 e 21 dicembre 2016, ore 20.30, Officine Gomitoli – Ex Lanificio Borbonico Sava di Porta Capuana, piazza E. De Nicola 47, Napoli. (©Marta Doardo)

 

“PRISCILLA IN MYKONOS” al NAPOLIDIVINE

Tra le sorprese di “NapoliDivine”, rassegna cinematografica dedicata ai temi dell’identità di genere, della disabilità e delle migrazioni, segnaliamo la proiezione esclusiva a Napoli di “Priscilla in Mykonos”, documentario dedicato all’artista Mariano Gallo, Priscilla Drag testimonial dell’iniziativa.

priscilla-drag“Si tratta di un documentario in cui sarà possibile vedere alcuni tra i numeri più riusciti di Priscilla, i backstage degli spettacoli, conoscere meglio l’esperienza umana di Mariano Gallo e ammirare la party island queer per eccellenza: Mykonos – dice Sartori – Il video è un progetto destinato alla rete, luogo virtuale dove Priscilla può realmente raggiungere tutti i suoi fans. I Festivals, considerato che a Mykonos arrivano persone da tutto il mondo, sono un contenitore un po’ troppo stretto per quel video. La proiezione alla rassegna di Napoli sarà quindi un’esclusiva”

La proiezione di “Priscilla in Mykonos” al NapoliDivine è prevista il 20 e 21 dicembre 2016, ore 20.30, presso Officine Gomitoli – Ex Lanificio Borbonico Sava di Porta Capuana, piazza E. De Nicola 47, Napoli. Per info e aggiornamenti consultare il sito ufficiale.

IL LIBRO “FARA’ NEBBIA” DI STEFANO PAOLO GIUSSANI E “CONTATTO FORZATO” DI DANIELE SARTORI AL CASSERO DI BOLOGNA

Mercoledì 20 aprile 2016, alle ore 21 presso il Cassero di Bologna, LIBERTANGO presenterà l’ultimo libro dello Scrittore Stefano Paolo Giussani: “Farà nebbia” edito da Robin Edizioni.

“FARA’ NEBBIA. Romanzo partigiano” / «Non avevi paura? Di questi tempi è pericoloso». «Il pericolo è sempre reale. La paura una scelta. Ho scelto di non avere paura». «E funziona?». «Non sempre. Ma se pensi a quello che hai già superato, aiuta».

Milano. La Seconda guerra mondiale imperversa sulla città e il nord Italia. La follia nazifascista è accentuata dalla pressione degli alleati in risalita dalla penisola e dai partigiani nelle strade. Due giovani uomini che non potrebbero essere più diversi per carattere, estrazione sociale e frequentazioni, vivono la sciagura bellica dedicando le loro energie ai rispettivi gruppi, una squadra fascista e un cenacolo di artisti omosessuali. L’incontro-scontro tra i due rivela le rispettive debolezze e obbliga alla fuga il più battagliero. La sua cattura da parte di un gruppo partigiano sulle Alpi lascia temere il peggio. Tra colpi di scena, personaggi che hanno realmente terrorizzato la storia bellica meneghina e pulsioni affettive lontane dagli schemi canonici dell’epoca, queste pagine raccontano una realtà affrontata raramente nella storia della Resistenza italiana.

Durante la presentazione dell’opera letteraria sarà proiettato il cortometraggio “Contatto forzato” di Daniele Sartori. Il film, di imminente pubblicazione su piattaforma Vimeo il prossimo 25 aprile, narra la vicenda di due soldati, un italiano e un tedesco, catturati dai partigiani sul finire della Seconda guerra mondiale. La storia si snoda all’interno di un centro di riconoscimento di prigionieri di guerra dove il tenente Antonio Graziani (Alberto Onofrietti) è accusato ingiustamente d’aver ordinato la morte di dieci civili. Può scagionarlo solo il soldato Hagermann (Diego Facciotti), catturato con Graziani dai partigiani nei giorni della strage, ma una promessa da mantenere gli impedisce fino all’ultimo di raccontare la verità.

Devis Gentilini e Nicola Levorato dialogheranno con gli autori.

12992106_10209855651614442_1184898431_n

Il libro “Farà nebbia” di Stefano Paolo Giussani e il corto pluripremiato “Contatto forzato” di Daniele Sartori saranno presentati mercoledì 20 aprile alle ore 21 presso il Cassero LGBT Center di Bologna. Per ulteriori info consultare il sito ufficiale http://www.cassero.it

CONTATTO FORZATO - FORCED CONTACT - MACON FILM FESTIVALLINK

WEBSITE CONTATTO FORZATO di DANIELE SARTORI

DANIELE SARTORI A LECCE PER IL SALENTO RAINBOW FILM FEST 2015

Dall’11 al 13 dicembre 2015 presso lo Spazio Manifatture Knos di Lecce si terrà la seconda edizione del Salento Rainbow Film Fest, rassegna cinematografica queer ideata dall’Associazione “LEA – Liberamente e Apertamente” e curata con la preziosa collaborazione di Giovanni Minerba, direttore del Festival di Torino TGLFF.

Sabato 12 dicembre alle ore 19.15 allo Spazio K, il regista Daniele Sartori dialogherà col pubblico e incontrerà la giornalista Alessandra Lupo. A seguire saranno proiettati “Contatto forzato”, film ambientato durante la Seconda guerra mondiale, vincitore al Macon Film Festival 2015 di due premi (Best LGBT Short & Best Cinematography) e i nuovi docu-shorts “Gloria Darling” e “Priscilla in Mykonos“, dedicati alle due drag queen italiane protagoniste assolute della queer island greca per eccellenza: Mykonos. Per maggiori informazioni consultare il sito ufficiale del Festival: http://www.salentorainbowfilmfest.com

Recensione a cura del Critico cinematografico Vincenzo Patanè: “In Contatto forzato Daniele Sartori evidenzia la sua non comune versatilità, che lo vede capace di affrontare con uguale piglio generi estremamente differenti fra di loro, e soprattutto una sempre maggiore efficacia, frutto anche di una piena padronanza di sé e dei propri mezzi espressivi. Il corto racconta di due soldati fascisti, imprigionati dai partigiani nei giorni precedenti la liberazione, nell’aprile 1945: il tenente Antonio Graziani (Alberto Onofrietti), comandante di una brigata, e il soldato altoatesino Detlef Hagermann (Diego Facciotti). I due vengono portati in una stalla, bendati e legati saldamente assieme da corde strette e opprimenti che li obbligano a una vicinanza coatta. L’arma vincente del film è l’ambiguità di una sceneggiatura calibrata e senza sbavature e di un team di persone in stato di grazia – in primis il supervisore artistico Ivan Stefanutti, il direttore della fotografia Flavio Zattera e la musicista Marina Penzo – che fanno di questo racconto un gioiello, curato in ogni particolare e denso di significato. Un significato che si esalta soprattutto nel rapporto profondo e autentico che si viene a creare fra i due protagonisti, legati – non a caso la corda è un elemento visivo costante, dalle evidenti valenze simboliche – da un senso di complicità e di umana pietas, che permette di attenuare il dolore e lo scoramento. Pur accomunati dal caso, i due protagonisti – ritratti in più occasioni in pose sensuali, di plastica bellezza, ravvivata da una luce caravaggesca – trovano infatti assieme il coraggio per superare quel momento tremendo; merito delle parole ma anche del contatto fisico perché talora, grazie ad esso, anche se “forzato”, tocchiamo un angelo, destinato magari ad aiutarci nella nostra risalita”

“CONTATTO FORZATO” Website

DOCU-SHORTS “GLORIA DARLING” & “PRISCILLA IN MYKONOS”

“Si tratta di due corti nati e cresciuti a Mykonos, due work in progress sviluppati durante la mia permanenza sull’isoladice Daniele SartoriHo raccolto tantissimo materiale, indipendentemente dal suo utilizzo. In passato ho lavorato con artisti drag per il Queer Lion, il Padova Pride Village, nel film Doris Ortiz e in What about Alice. Molti di loro sono ragazzi artisticamente davvero seri e preparati. Le drag queen sono i classici della queer culture e Mykonos è da sempre un riferimento. Lì, ho incontrato i due performer più talentuosi: Gloria Darling e Priscilla. Due interpreti italiani stilisticamente agli antipodi ma accomunati da talento e da qualcosa di veramente interessante da raccontare, sia artisticamente che umanamente parlando”.

SHORTFILM “GLORIA DARLING

SHORTFILM “PRISCILLA IN MYKONOS”